Cannabis di Stato: al via la vendita il 12 gennaio

VICENZA. Finalmente l’Italia ha dimostrato di non essere la nazione retrograda e demagoga che molti additano ma una vera e propria esploratrice all’avanguardia nella commercializzazione della cannabis a scopo terapeutico.

Accade nella provincia di Vicenza dove Luca Guizzon, farmacista specializzato in fitoterapia, titolare della farmacia Campedello, insieme alla madre, dal 12 gennaio inizierà a vendere la cannabis di Stato coltivata e confezionata nello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze. La Campedello di Vicenza sarà la prima rivendita e ricevere e distribuire il farmaco per le terapie antalgiche.

“Come abbiamo fatto a essere i primi? Ci abbiamo creduto. Fin dall’inizio. E quando abbiamo saputo che partiva la produzione nazionale abbiamo fatto subito domanda”, dice Luca Guizzon, 28 anni con palese entusiasmo. I costi variano notevolmente rispetto alla concorrenza olandese che vede scendere il prezzo da 24 euro a 15 euro al grammo. Insomma la cannabis nostrana è di qualità ed è venduta a preziz accessibili.
“Noi trattiamo circa 25 ricette al mese” racconta il farmacista da dietro il bancone del suo negozio. “Questi farmaci ce li chiede chi deve convivere con il dolore: dolore da infortuni, dolore oncologico, dolori spinali. Spesso vengono prescritti anche a chi ha problemi di spasticità o forme particolari di sclerosi” – tende a precisare Luca, laureato in Farmacia all’Università di Padova e master in Fitoterapia – “In un paio di occasioni l’abbiamo venduta anche a persone che soffrivano di forti emicranie. Quando arriva il mal di testa inalano 60 milligrammi e il dolore passa”.

Un pensiero riguardo “Cannabis di Stato: al via la vendita il 12 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *